HOME > AGENDA

Fare di più non significa fare meglio. Per una medicina sobria, rispettosa e giusta

pubblicato il 25 luglio 2014

Venerdì 25 luglio 2014 ore 15.00 Palazzo della Regione via Sabbadini, 31 - Udine

I sessione
“Per una medicina sobria rispettosa e giusta” - coordinano S. Cremaschi e A. Ussai
“Slow Medicine” A. Gardini
“Fare di più non significa fare meglio” S. Vernero
“Responsabilità sociale d’impresa” A. Castenetto
“Dialogo rispetto e giustizia curano meglio: la parola a cittadini, malati e operatori dei servizi” - coordinano S. Cremaschi e G. Barillari

II sessione Tavola rotonda
“E’ possibile prendersi cura delle persone in modo slow?”
coordinano F. Rotelli e S. Pustetto
E. Bassi Il punto di vista del Medico di famiglia
L. Pletti Il punto di vista del Distretto sanitario
G. Ros Il punto di vista del Direttore d’Azienda Sanitaria
R. Sbrojavacca Il punto di vista dell’Ospedale
M. Delendi Il punto di vista del Direttore dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria
C. Novelli Il punto di vista del Sociale

“L’unica possibilità di migliorare l’assistenza sanitaria è rappresentata da una partnership tra clinici e pazienti, perché questi ultimi, meglio dei clinici, comprendono la realtà delle loro condizioni, l’impatto che la malattia e il suo trattamento hanno sulla loro vita e come i servizi potrebbero aiutarli.”

Sono invitati tutti i cittadini, le associazioni di malati e familiari, le rappresentanze sindacali, gli operatori, gli amministratori, i politici, le cooperative sociali, le imprese sociali, …quanti si interessano di cittadinanza attiva.