HOME > COMUNICAZIONE

La sanità isontina: un territorio dimenticato

25 ottobre 2018

Il disegno di legge di “controriforma” sanitaria che la Giunta regionale approverà nei prossimi giorni – per la successiva discussione in Consiglio che avverrà ai primi di dicembre dopo i vari passaggi in Commissione – oltre a confermare la struttura della riforma Telesca per ciò che concerne l’unitarietà tra ospedale e territorio, disegna una nuova geografia della governance della sanità regionale, concentrata in tre aree vaste (giuliana, friulana, pordenonese), con la scomparsa di isontino e alto friuli dalla gestione diretta dei processi della sanità sui propri territori.
Per parlarne, ma soprattutto per attivare iniziative politico-istituzionali di contrasto a tale disegno (che inevitabilmente potrebbero ripetersi in altri settori quali enti locali e politiche abitative), gruppo consiliare regionale e coordinamento provinciale del Partito Democratico hanno organizzato per domani venerdì 26 ottobre alle ore 18:15 presso l’Hotel Franz a Gradisca d'Isonzo, un incontro sul tema, con il programma allegato.
In attesa di incontrarci, ti invio un saluto cordiale.
Diego Moretti
 
La sanità isontina: un territorio dimenticato
 
SALUTO INTRODUTTIVO
SILVIA CARUSO - Segretaria provinciale del PD
LINDA TOMASINSIG - Sindaco di Gradisca d’Isonzo
 
INTERVENTO
FRANCO PERAZZA - già dirigente sanitario AAS2
 
interventi liberi dal pubblico
 
CONCLUSIONI
DIEGO MORETTI - vice capogruppo in Consiglio regionale del Partito Democratico