HOME > DOCUMENTI

BAGATIN: mozione per la promozione di una cultura vaccinale informata e consapevole

pubblicato il 29 maggio 2017

Mozione n.284 "Principi ed azioni volti a conformare il Progetto Obiettivo Vaccinale Regionale alla promozione di una cultura vaccinale informata e consapevole"

FIRMATARI: BAGATIN, MORETTI, LIVA, AGNOLA, BOEM, CODEGA, CREMASCHI, DA GIAU, GEROLIN, GRATTON, GREGORIS, LAURI, MARTINES, ROTELLI, TRAVANUT, UKMAR, ZECCHINON

CONSIDERATI i contenuti del “European Vaccine Action Plan 2015–2020 (EVAP) adottato all’unanimità nella sesta sessione del Comitato Regionale dell’OMS il 18 settembre 2014 e, ai fini della presente mozione, in particolare ESAMINATI i seguenti obiettivi: 
Obiettivo1: tutti i paesi si impegnano nell’immunizzazione come priorità;
Obiettivo 2: gli individui comprendono il valore dei servizi di immunizzazione e dei vaccini e richiedono la vaccinazione;
Obiettivo 3: I benefici della vaccinazione sono equamente estesi a tutte le persone attraverso strategie ad hoc e innovative.
PRESA ALTRESÌ ATTENTA VISIONE di tutti i contenuti del Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale 2017 e, in particolare, degli obiettivi di copertura vaccinale da raggiungere entro il 2019 ivi specificati;
RILEVATO come, la disinformazione sulle politiche vaccinali e la loro pericolosità spesso diffusa in rete specialmente attraverso i social media si sia contrapposta alle conoscenze validate dall’evidenza scientifica e rilevato come detta disinformazione abbia portato ad un drastico abbassamento delle coperture vaccinali;
ATTESO che anche in Friuli Venezia Giulia il calo delle coperture vaccinali preoccupa e necessita di un rilancio delle politiche vaccinali regionali attraverso efficaci strategie operative, ma che dette strategie non possano esondare le competenze regionali;
RIBADENDO che la Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di garantire un alto livello di protezione della salute e all’interno delle proprie politiche di prevenzione, riconosce l’essenzialità di efficaci piani vaccinali finalizzati ad un guadagno in salute dell’intera popolazione;
PRESO ATTO del recente intervento del Governo che rende obbligatorie tutta una serie di vaccinazioni;
RITENENDO tuttavia che, l’obbligatorietà delle vaccinazioni non sia sufficiente a farne comprendere in toto il valore alla totalità della popolazione.

Tutto ciò premesso, il Consiglio Regionale
IMPEGNA la Giunta Regionale

a conformare il suo Progetto Obiettivo Vaccinale -parte integrante del Piano Regionale della Prevenzione di cui alla lettera a), comma 2, articolo 37, LR n. 17/2014- ai seguenti principi ed azioni:
1. la promozione e la divulgazione di una vera e propria cultura vaccinale in tutte le età della vita basata sull’accettazione da parte dei cittadini delle strategie vaccinali ricercandone un’adesione informata e consapevole;
2. l’individuazione di un centro di riferimento e di specializzazione regionale per la sorveglianza epidemiologica e di laboratorio delle malattie prevenibili con vaccino;
3. il rafforzamento e la collaborazione con tutti gli attori del percorso nascita e con i pediatri di libera scelta al fine di attivarli in azioni di informazione, dialogo e confronto verso le persone che rifiutano la vaccinazione;
4. la predisposizione di accordi di collaborazione con gli ordini professionali e le associazioni sindacali di categoria maggiormente rappresentative, per il contrasto alla disinformazione;
5. la formazione dei professionisti sanitari alla cultura delle vaccinazioni mediante un’adeguata informazione e formazione, in particolare prevedendo un Piano formativo Regionale per gli operatori dei servizi vaccinali, i pediatri di libera scelta, i medici di medicina generale e il personale sanitario ospedaliero e territoriale;
6. la realizzazione, con risorse proprie o reperibili sul mercato, di campagne di sensibilizzazione sistemiche e continuative sulle vaccinazioni tramite canali di comunicazione multipli con particolare attenzione alla veicolazione del messaggio attraverso le più attuali e diffuse piattaforme di comunicazione sociale dirette alla popolazione in generale e a specifiche popolazioni target con il fine di sviluppare nel cittadino una maggiore consapevolezza sulle potenzialità delle vaccinazioni e al contempo di contrastare la disinformazione;
7. il monitoraggio degli eventi avversi alle vaccinazioni i cui risultati possono essere pubblicati ai fini della conoscenza e trasparenza nei confronti dei cittadini;
8. le azioni positive di vigilanza epidemiologica sul territorio regionale e in particolare quelle transfrontaliere come previsto dall’articolo 168 TFUE e in armonia con il Progetto Obiettivo di cui al comma 2, articolo 16 della LR n. 17/2014.
Vedi anche
Errornumber: 1064 Errormessage: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near 'AND ID!=276 ORDER BY Posizione ASC LIMIT 4' at line 1