HOME > DOCUMENTI

DA GIAU: Studio epidemiologico regionale Covid-19: quali le risorse messe in campo?

pubblicato il 27 aprile 2020

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA
 
OGGETTO: “Studio epidemiologico regionale Covid-19: quali le risorse messe in campo?”
 
Ricordato che l’impatto dirompente dell’infezione COVID-19 su salute delle persone e sistemi sanitari di tutto il mondo è stato determinato dalla novità del virus e dalla conseguente non conoscenza di modalità di diffusione, incidenza nella popolazione, fattori di rischio, potenziali determinanti l’evoluzione, sintomatologia e fisiologia dell’infezione, efficienza ed efficacia dei trattamenti;
Posto che, nell’urgenza della crisi, si è necessariamente dedicato il massimo impegno a misure difensive anche drastiche di contenimento della diffusione e all’adeguamento strutturale del sistema sanitario;
Considerato la limitata incidenza dell’infezione in FVG, qualora paragonata ad altre regioni, la contenuta dimensione della popolazione e la disponibilità di servizi competenti all’interno di Università, Istituti di ricerca e amministrazione regionale stessa;
Considerato altresì che e sempre più evidente che la Fase 2 e quelle successive, potranno svolgersi in sicurezza se si metteranno in campo misure preventive efficaci e faranno scelte fondate, e che meri indicatori di risultato calcolati sui soli censimenti di contagiati sintomatici, sottoposti a trattamenti intensivi, deceduti, non sono sufficienti a questo scopo perché non ricavati da campionamento statisticamente;
SI INTERROGA L’ASSESSORE COMPETENTE per sapere se e a quali soggetti sia stato affidato il compito di una ricerca epidemiologica descrittiva, analitica, clinica e sperimentale, basata su campione statistico significativo, per comprendere il reale impatto dell’infezione COVID-19 sul nostro territorio su cui fondare definizione di politiche di tamponi e test sierologici, prassi e protocolli sanitari, modalità di riavvio delle attività produttive e sociali.
 
Chiara Da Giau
 
Trieste, 27 aprile 2020