HOME > DOCUMENTI

SHAURLI: A fronte della promessa di consegnare due mascherine protettive per ogni cittadino del FVG, ne stanno arrivando meno di quanto promesse

pubblicato il 27 aprile 2020

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA

OGGETTO: A fronte della promessa di consegnare due mascherine protettive per ogni cittadino del FVG, ne stanno arrivando meno di quanto promesse (una media di poco meno di una a testa): quante sono state le mascherine consegnate effettivamente?

PREMESSO che in data 21/3 il Presidente della Regione ed il suo Vice annunciavano attraverso l’Agenzia Regione Cronache l’obiettivo di fornire, gratuitamente e prima possibile, “…a ciascun cittadino del Friuli Venezia Giulia due mascherine lavabili e riutilizzabili in grado di contenere particelle salivali e di ridurre quindi la diffusione del contagio da coronavirus…”, dichiarazione ripresa il giorno successivo con il giusto rilievo da tutti gli organi di stampa;
RILEVATO come la fornitura delle stesse (che non sono tecnicamente dispositivi di protezione individuale, riservati agli operatori sanitari) da parte della Protezione Civile regionale, e la conseguente distribuzione ai cittadini - compito dei Comuni - si sta concludendo in questi giorni (l’ultima tornata di fornitura comunicata dalla PC è prevista per la giornata odierna) con numeri che però, a quanto risulta, in molti Comuni non raggiungono l’obiettivo di arrivare a una mascherina per cittadino del singolo Comune;
CONSIDERATO come una minima parte delle Amministrazioni Comunali, grazie a risorse proprie e con l’ausilio di reti informali di volontariato e di cittadini o con donazioni volontarie da parte di associazioni, sono riuscite a coprire quello che era l’obiettivo iniziale annunciato dalla Regione.
Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere regionale
INTERROGA
il Presidente della Regione per conoscere il numero esatto delle forniture complessive di mascherine a ciascun Comune per i cittadini del FVG, in rapporto all’annuncio iniziale del 21 marzo scorso.
 
Cristiano Shaurli
 
Trieste, 27 aprile 2020