HOME > DOCUMENTI

SANTORO: Sull’utilizzo dei fondi per gli interventi rispondenti alle finalità della strategia nazionale aree interne

pubblicato il 03 febbraio 2021

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE
  
OGGETTO: Sull’utilizzo dei fondi per gli interventi rispondenti alle finalità della strategia nazionale aree interne
 
Il sottoscritto consigliere regionale,
Premesso che la Legge regionale 6 agosto 2015, n. 20 (Assestamento del bilancio 2015 e del bilancio pluriennale per gli anni 2015-2017 ai sensi dell’articolo 34 della legge regionale 21/2007), articolo 2, comma 46-50 prevede la definizione di un programma di interventi rispondenti alla finalità della strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese delineata nell’Accordo di partenariato per l’utilizzo dei fondi strutturali e di investimento europei assegnati all’Italia per il ciclo di programmazione 2014-2020, in particolare in riferimento alla seconda classe di azioni nei settori della salute, dell’istruzione e della mobilità;
Preso atto che l’Accordo di partenariato 2014-2020 prevede il miglioramento dell’organizzazione e della fruizione dei servizi essenziali nelle aree interne attraverso un approccio integrato volto ad affrontare le sfide demografiche delle regioni o a rispondere a esigenze specifiche di aree geografiche caratterizzate da gravi e permanenti svantaggi naturali o demografici;
Evidenziato che la Legge regionale 20/2015, articolo 2, comma 46, è riferita in particolare al territorio montano della Zona Omogenea del Torre, Natisone e Collio limitatamente ai Comuni ricadenti anche solo parzialmente nella zona di svantaggio socio - economico "C", come classificato dalla deliberazione della Giunta regionale 31 ottobre 2000, n. 3303;
Ricordato che i tra i Comuni interessati, alcuni di essi ricadono solo parzialmente nella zona di svantaggio socio – economico “C”, in particolare i Comuni di Attimis, Faedis, Nimis, Prepotto, San Leonardo, Torreano;
Inteso che a tali abitati e ai residenti di tali abitati, è quindi rivolta la strategia area interne, e nei confronti della popolazione di quegli abitati dovrebbero essere rivolti gli interventi finanziati e compresi nel “Programma di interventi per razionalizzare e migliorare i servizi a favore della popolazione montana residente nelle Valli del Natisone e del Torre (art. 2, commi 46-50, della legge regionale 20/2015)”;
Visto il “Programma di interventi per razionalizzare e migliorare i servizi a favore della popolazione montana residente nelle Valli del Natisone e del Torre (art. 2, commi 46-50, della legge regionale 20/2015). integrazione 2020.”;
Rilevato che nel programma finanziato sono presenti interventi che non riguardano gli abitanti e i residenti degli abitati inclusi nella fascia di svantaggio socio – economico “C”, in particolare l’intervento previsto dal Comune di Torreano relativo al <<Servizio di accompagnamento sullo scuolabus (riduzione degli oneri di gestione)>>;
Considerato che la strategia aree interne ha nella sua finalità proprio il sostegno, la valorizzazione e il rilancio delle aree più marginali del Paese;
INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE          
Per sapere se la Giunta regionale avvalli la scelta dell’Amministrazione comunale di Torreano e se si ritenga opportuno utilizzare tali risorse per sostenere costi non riguardanti gli abitati e i residenti degli abitati più marginali del territorio interessato dal programma di interventi.
 
Mariagrazia Santoro

 
Trieste, 3 febbraio 2021
 
Allegato: Interrogazione a risposta orale fondi area interna Torreano