HOME > DOCUMENTI

MORETTI: la Regione si esprima chiaramente sul futuro della centrale termoelettrica A2A di Monfalcone.

pubblicato il 15 febbraio 2021

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA
 
OGGETTO: la Regione si esprima chiaramente sul futuro della centrale termoelettrica A2A di Monfalcone.
 
PREMESSO che i documenti pianificatori e le normative nazionali in materia energetica emesse tra il 2017 e 2018 prevedono la cessazione definitiva delle centrali termoelettriche alimentate a carbone (tra le quali quella di Monfalcone) entro il 2025;
CONSIDERATO che in data 18 dicembre 2019 A2A - Energiefuture S.p.A. ha presentato istanza di VIA per un progetto di riconversione a gas naturale della centrale termoelettrica di Monfalcone, procedimento non risulta concluso;
RICORDATO
. l’accordo del 12 maggio 2020 tra A2A e le organizzazioni sindacali territoriali nel quale è stato sottoscritto l’impegno al mantenimento degli attuali livelli occupazionali (90/100 unità) per il sito di Monfalcone;
. che in data 25 settembre la stessa A2A, assieme alla Regione FVG e a SNAM, ha sottoscritto un protocollo d’intesa per promuovere la transizione energetica sul territorio regionale attraverso soluzioni innovative come l’idrogeno e il biometano;
. che a inizio gennaio 2021 la Società ha presentato alle istituzioni - all’interno del Piano Industriale 2021-2030 del gruppo - un progetto di investimento (comprensivo della riconversione a gas e di altre attività integrative green quali economia circolare, smart solutions, transizione energetica, elettrificazione delle banchine portuali a Trieste e Monfalcone) sul territorio monfalconese per 400 milioni di euro, con l’anticipo della chiusura della CTE a carbone al 2022.
Tutto ciò premesso, il sottoscritto consigliere regionale INTERROGA
il Presidente della Regione per sapere la posizione dell’Amministrazione sul progetto di conversione della CTE di Monfalcone.
 
Diego Moretti
 
Trieste, 15 febbraio 2021
Allegato: Interrogazione a risposta immediata centrale A2A Monfalcone