HOME > DOCUMENTI

AGNOLA: Recente inchiesta RAI sul “falso biologico” in Italia e situazione in FVG

pubblicato il 21 novembre 2016

Interrogazione a risposta immediata

Oggetto: recente inchiesta RAI sul “falso biologico” in Italia e situazione in FVG.

Il sottoscritto consigliere regionale,

a seguito della recente inchiesta condotta dalla trasmissione televisiva “Report” sulla truffa del falso biologico in Italia che ha svelato come, ad esempio, gran parte del grano biologico arriva dai paesi dell’Est e che alcuni enti di certificazione italiani sono stati sospesi perché certificavano come biologici prodotti trattati con fitosanitari e pesticidi, che in cinque anni nel nostro Paese sono transitate 350 mila tonnellate di falso biologico;
considerata la gravità delle notizie circostanziate diffuse dall’inchiesta di “Report”, in primo luogo per la salute dei cittadini e in secondo luogo per il fatto che il prodotto biologico può costare anche più del doppio dei prodotti “tradizionali” al consumatore finale;
considerata la crescita costante della produzione biologica in FVG e il forte sostegno dato a questo settore dall’Assessore di riferimento con risorse aggiuntive nel PSR proprio per l’agricoltura biologica, 
 
chiede all’Assessore competente se i sistemi di certificazione in atto in Regione possano escludere dalle nostre produzioni biologiche rischi come quelli denunciati da “Report”.   
AGNOLA

Trieste, 21 novembre 2016
Vedi anche