HOME > DOCUMENTI

Odg: Telerilevamento aereo Radioprotezione – Cesio 137 e implementazione del quadro conoscitivo sul rischio amianto

pubblicato il 15 dicembre 2017

ORDINE DEL GIORNO abbinato al DDL N. 238 “Legge collegata alla manovra di bilancio 2018-2020”

PROPONENTI: BOEM, MARSILIO, AGNOLA, REVELANT

Oggetto: Prosecuzione dei progetti di telerilevamento aereo “Radioprotezione – Cesio 137” e “Implementazione del quadro conoscitivo sul rischio igienico sanitario ambientale in materia di amianto”.

Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia,
RICORDATO come la dispersione in atmosfera dell’isotopo radioattivo Cesio-137, in particolare in seguito ai test bellici nucleari tra gli anni ‘60 e ‘70, ed in seguito al catastrofico disastro di Černobyl' del 26 aprile 1986, e la sua successiva ricaduta e contaminazione al suolo, debbano continuare ad essere oggetto d’attenzione e monitoraggio da parte dell’Amministrazione regionale, finalizzata alla prevenzione dai rischi sanitari da esso derivati;
PREMESSO che il progetto “Radioprotezione Friuli Venezia Giulia” ha come obiettivo quello della realizzazione di un rilievo geofisico aereo su ampia scala accompagnato da misure e tarature al suolo, finalizzato all’integrazione, miglioramento e completamento delle mappe regionali di distribuzione spaziale del Cesio – 137;
CONSIDERATO che ARPA è attiva da tempo, con il proprio Centro di radioprotezione, nel monitoraggio, vigilanza e studi sull’evoluzione dei radionuclidi all’interno degli ecosistemi della nostra regione, ed in particolare dal 2011 attraverso sistemi di telerilevamento aereo che hanno consentito l’acquisizione di dati significativi alla mappatura del CS-137;
CONSIDERATO che il progetto Radioprotezione Friuli Venezia Giulia abbina con successo il rilievo geofisico aereo con le verifiche al suolo operate da ARPA, e che tale mappatura consente di poter studiare su vasta scala la distribuzione della contaminazione per valutare eventuale mobilità del Cesio 137 nei diversi ecosistemi;
CONSIDERATO come il censimento delle strutture contenenti amianto e del loro stato di conservazione sul territorio regionale, necessario alla pianificazione di settore relativa alla bonifica ed alle azioni correlate alla riduzione del rischio da esposizione ad amianto, sia necessario;
RILEVATO come l’attività di ARPA in tema di amianto sia molto significativa, ed in particolare nelle funzioni di monitoraggio, mappatura, censimento e rilevamento, attraverso il popolamento degli applicativi di censimento territoriale;
CONSIDERATO come il rilevamento aereo e la georeferenziazione in particolare delle coperture in cemento amianto consentirà di avere un quadro complessivo più dettagliato e finalizzato all’attivazione delle misure di bonifica previste dalla pianificazione di settore;
tutto ciò premesso
IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE
a sostenere e a proseguire, attraverso ARPA, i progetti di telerilevamento aereo relativi in particolare al monitoraggio dell’attività superficiale, della migrazione in profondità ed eventuali mobilità tra ecosistemi degli isotopi radioattivi prodotti da fissione nucleare come il cesio 137, e l’aggiornamento della mappatura e classificazione delle coperture in cemento amianto e loro stato di conservazione, al fine di valutare i rischi ambientali e per la salute derivati dall’esposizione all’amianto.
Vedi anche