HOME > DOCUMENTI

MORETTI: Concessioni demaniali, qual è la posizione della Giunta regionale per le concessioni vigenti nella nostra Regione?

pubblicato il 15 gennaio 2020

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

OGGETTO: a fronte della norma nazionale (Legge n. 145/2018, art. 1 commi 682, 683, 684) che estende la durata delle concessioni demaniali marittime vigenti di quindici anni, qual è la posizione della Giunta regionale per le concessioni vigenti nella nostra Regione?
 
PREMESSO che con la legge 30 dicembre 2018, n. 145 all’articolo 1 – commi da 675 a 685 – è stato previsto che “…le concessioni disciplinate dal comma 1 dell’art. 1 del D.L. n. 400 del 1993…vigenti alla data di entrata in vigore della presente legge hanno una durata, con decorrenza dalla data di entrata in vigore della presente legge, di anni quindici…”, e che tale norma non ha subìto alcuna procedura di infrazione da parte dell’Unione Europea;
RILEVATO come, a seguito dell’entrata in vigore della suddetta norma, diverse Regioni (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Marche, Puglia, Toscana) si sono espresse per l’applicazione della norma di cui in premessa, anche dopo la pronuncia del Consiglio di Stato n. 07874/2019, contenente profili di illegittimità rispetto alla stessa;
CONSIDERATO che, a differenza delle altre proroghe ope legis intervenute negli ultimi anni, in questa occasione la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia non ha inteso recepire nella L.R. 22/2006 l’articolo 1 della Legge n. 145/2018, né dare indicazioni in merito alle modalità istruttorie per procedere alla variazione della scadenza delle suddette concessioni;
RILEVATO come, nella nostra Regione, il Comune di Grado ha provveduto con la Delibera di Giunta n. 246/2019 a “…dare indirizzo al proprio Servizio Ambiente di procedere alla variazione della data di scadenza delle concessioni in essere su demanio turistico ricreativo secondo quanto previsto dal comma 682 dell’art. 1 della Legge 30/12/2018, n. 145…”, adeguandosi pertanto al dettato normativo statale.
Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere regionale
INTERROGA
il Presidente della Regione per conoscere quale sia la posizione dell’Amministrazione in merito alla proroga nel territorio regionale delle concessioni balneari turistico ricreative di cui all’art. 1 - commi dal 675 al 685 – della Legge n. 145/2018.
 
Diego Moretti

 
Trieste, 15 gennaio 2020