HOME > DOCUMENTI

LIVA: Difesa e tutela delle librerie

pubblicato il 29 luglio 2014

Ordine del Giorno

Oggetto: DIFESA E TUTELA DELLE LIBRERIE

Proponenti: LIVA, DA GIAU, ZECCHINON, CREMASCHI, BOEM, TRAVANUT, BAGATIN, LAURI, UKMAR

In Italia si leggono meno giornali e meno libri rispetto alla maggior parte dei paese europei.
Questo dato, purtroppo consolidato da decenni nel nostro paese, è un elemento di debolezza che incide negativamente, oltre che sul piano culturale, anche sul piano economico e della concorrenza internazionale del nostro paese.
Molteplici sono le cause di questa situazione che però, negli ultimi anni ha assunto un trend particolarmente negativo mettendo in difficoltà la nostra editoria e la nostra rete di librerie specie quelle più prestigiose, antiche e collocate nei centri storici delle nostre città.
Nel nostro Paese trovano, meritoriamente, maggior tutela pubblica le trattorie e le osterie storiche di quanto non ne trovino le librerie storiche spesso costrette a chiudere o ad abbandonare i costosi locali storici del centro città dove vengono sostituita da altre e meno prestigiose attività commerciali.
La difesa rete delle librerie private nelle nostre città e paesi, la promozione della lettura, appaiono sempre di più avamposti della civiltà, della riflessione, della convivenza, dell’aggregazione sociale e della conoscenza profonda che vanno pubblicamente tutelati e sostenuti anche economicamente essendo parte fondamentale di una politica culturale che presuppone l’ampliamento della domanda culturale.
Alla luce di queste considerazioni si impegna la GIUNTA
a dedicare al tema della difesa e tutela delle librerie, specie di quelle storiche o comunque ubicate nei Centri Storici, una approfondita analisi e a proporre, in merito, opportuni strumenti legislativi e risorse.

Trieste, 29 luglio 2014
Vedi anche
Errornumber: 1064 Errormessage: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near 'AND ID!=112 ORDER BY Posizione ASC LIMIT 4' at line 1