HOME > DOCUMENTI

Odg sul rifinanziamento, in sede di Assestamento 2014, del capitolo 6290

pubblicato il 10 dicembre 2013

ORDINE DEL GIORNO collegato al ddl n. 25 <<Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale e annuale (Legge Finanziaria 14)>>
 
PRESENTATORI: Martines
 
OGGETTO: Rifinanziamento in sede di assestamento di bilancio 2014 del capitolo 6290 concernente gli incentivi a sostegno dei progetti di attività culturali proposte da enti locali e da soggetti senza fini di lucro anche associati tra loro.
 
Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia
Atteso
che con l’approvazione del disegno di legge 25 <<Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale e annuale (Legge Finanziaria 14)>> viene previsto un meccanismo di finanziamento delle attività culturali che, volendo superare la parcellizzazione che ha in precedenza caratterizzato questo comparto, prevede, da un lato, una contribuzione in termini percentuali dei soggetti e delle manifestazioni riconosciute di rilevanza regionale mediante la predisposizione di specifiche tabelle individuanti interventi macroaggregati; dall’altro lato, una aperta e pluralista contribuzione a richiesta dei soggetti e dei progetti beneficiari;
Ribadito
che la diffusione della cultura è presupposto per una crescita complessiva della persona e della comunità tutta della nostra regione e che l’impegno dell’Amministrazione regionale deve essere volto a destinare nel modo più proficuo possibile le risorse finanziarie a disposizione, selezionando in modo rigoroso iniziative effettivamente di qualità, di rilevanza significativa ed in numero tale da permettere anche adeguati monitoraggi e valutazioni di efficacia;
 
Considerato
che la valorizzazione ed il sostegno ai soggetti ed ai progetti culturali, innovatori ed aggregati, non inseriti nelle predisposte tabelle costituiscono un’importante utilità anche per la reale qualità e la significativa riuscita delle attività poste in essere dai soggetti e delle manifestazioni riconosciute legislativamente di sicuro interesse regionale, mediante una ponderazione che tenga conto delle peculiarità dei vari settori;
Evidenziato
che la manovra finanziaria regionale 2014, differenziandosi significativamente dai bilanci passati, si articola in due momenti di pari importanza e valore, quali il bilancio di previsione e l’assestamento di bilancio, in considerazione del fatto che il bilancio 2014 realizza il pareggio senza iscrivere l’avanzo presunto dell’esercizio che precede, con ciò adeguandosi a quanto statuito dalla Corte Costituzionale con la sentenza numero 70 del 2012, la quale ha giudicato illegittima la prassi, generalmente seguita dagli enti territoriali e locali, di realizzare il pareggio di bilancio in sede preventiva attraverso la contabilizzazione di un avanzo di amministrazione non accertato e verificato a seguito della procedura di approvazione del bilancio consuntivo dell’esercizio precedente;
IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE
una volta acquisita la giuridica certezza della quantificazione dell’avanzo dell’esercizio 2013 e la disponibilità per l’impiego di spesa compatibilmente con la capacità di spesa definita dal patto di stabilità e crescita 2014, oggetto del confronto bilaterale tra Stato e Regione, a destinare in sede di assestamento di bilancio 2014 ulteriori risorse finanziare all’unità di bilancio 5.2.1.5051 e al capitolo 6290 concernente gli incentivi a sostegno dei progetti di attività culturali proposte da enti locali e da soggetti senza fini di lucro anche associati tra loro, finanziati a richiesta degli stessi beneficiari.