HOME > DOCUMENTI

DA GIAU: Odg su Attivare il volontariato tra i giovani per le diverse necessità della ripartenza

pubblicato il 12 giugno 2020

Ordine del Giorno collegato al Disegno di legge n. 93 Disposizioni in materia di finanze, patrimonio e demanio, funzione pubblica, autonomie locali, sicurezza, politiche dell’immigrazione, corregionali all’estero e lingue minoritarie, cultura e sport, infrastrutture, territorio e viabilità, risorse agroalimentari e forestali, lavoro, formazione, istruzione e famiglia, ambiente e energia, cooperazione allo sviluppo e partenariato internazionale e sanità (Legge regionale multisettoriale)
 
Presentatori: DA GIAU, SHAURLI, COSOLINI, SANTORO, BOLZONELLO, MORETTI, IACOP, HONSELL, RUSSO, CONFICONI
 
Oggetto: Attivare il volontariato tra i giovani per le diverse necessità della ripartenza
 
CONSIDERATO che le misure di contenimento della pandemia da COVID-19, hanno pesantemente coinvolto la scuola e le attività educative, sportive, ricreative rivolte alle persone di minore età privando quest’ultime della rete di relazione e supporto sociale e mettendo in seria difficoltà le famiglie nella fase 2 per quanto riguarda la conciliazione di tempi di vita e lavoro;
RITENENDO che le attività educative, ludiche e ricreative tradizionalmente svolte nei periodi estivi da comuni, parrocchie, enti ed associazioni, siano state sempre un presidio importante per le famiglie e lo siano ancor più in questo momento ma che le prescrizioni di sicurezza per la loro realizzazione rischino di compromettere la sostenibilità economica e pratica delle iniziative messe in campo per gli organizzatori e per le famiglie consentendo oltre tutto l’accoglimento di un numero ridotto di utenti;
Nella convinzione che dalla crisi covid-19 né si potrà, né si dovrà uscire adottando una solo logica emergenziale di tipo logistico –organizzativo o economico, ma che dovranno essere mobilitate tutte le energie del volontariato sociale per riattivare reti utili a supportare le diverse situazioni di disagio
RICORDATO che la Regione Friuli Venezia Giulia con legge regionale 23 maggio 2007, n. 11 (Promozione e sviluppo del servizio civile nel territorio regionale) ha istituito il Servizio Civile Regionale Solidale rivolto ragazzi di età compresa tra i sedici e i diciassette anni con l’obiettivo, tra gli altri di promuovere il servizio civile e solidale, quale risorsa della comunità regionale, mediante la realizzazione di progetti atti a soddisfare i bisogni della comunità stessa in ordine a problematiche sociali, culturali, ambientali, di protezione civile e di tipo educativo;
NOTI i criteri e le procedure ordinarie dei bandi derivati dalla citata legge, di cui uno attivo al momento attuale su progetti presentati prima dell’emergenza Covid-19
IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE
A valutare la possibilità di adattare lo strumento del Servizio civile regionale solidale alla particolare situazione determinata dall’emergenza COVID-19, per emanare un nuovo bando in grado di mobilitare risorse di volontariato tra i giovani da coinvolgere nelle diverse necessità della ripartenza.
  
Presentato il 10/06/2020