HOME > DOCUMENTI

MORETTI: da tempo stiamo assistendo ad un “mercato” per l’accesso alle graduatorie del personale enti locali

pubblicato il 13 ottobre 2020

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA
 
OGGETTO: da tempo stiamo assistendo ad un “mercato” per l’accesso alle graduatorie del personale enti locali. La Regione pensa di intervenire per evitare un “Far West” tra Comuni?

PREMESSO che la LR 8/2005 prevede la possibilità per i Comuni di utilizzare, in caso di assunzione di personale e previa intesa tra gli enti del comparto del pubblico impiego interessati, i dati relativi alle graduatorie relativi ai concorsi svolti dai singoli comuni;
RILEVATO come, a fronte del fatto di aver sostenuto costi per l’organizzazione e l’effettuazione di concorsi, per l’accesso ai dati delle graduatorie da parte dei singoli enti locali, i Comuni si comportano in maniera totalmente differente, in alcuni casi (la maggioranza) non richiedendo alcun rimborso, in altri prevedendo un tariffario - anche per il solo diritto di accesso allo scorrimento della graduatoria del concorso - molto variegato, che va dai 350 ai 600 euro a persona, arrivando in qualche caso a richiedere agli enti richiedenti fino a 1.000 euro per ciascun nominativo richiesto;
PRESO ATTO che questi comportamenti stanno creando di fatto un “mercato” delle graduatorie concorsuali totalmente deregolamentato, questione che finora mai si era posta tra enti locali.
Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere regionale
INTERROGA
il Presidente della Regione per conoscere se il competente assessorato intende intervenire per porre fine e regolare quello che è diventato un vero e proprio “mercato”, del tutto disordinato, delle graduatorie concorsuali del comparto unico.
 
Diego Moretti
 
 
Trieste, 13 ottobre 2020
Allegato: Interrogazione a risposta immediata sulle graduatorie del personale degli enti locali