HOME > NOVITA'

Migranti: Liva (Pd), Sonego imita la Destra e ci riesce bene

pubblicato il 27 novembre 2017

TRIESTE (27.11.17). «Le dichiarazioni politiche di questi giorni mi hanno provocato un senso di vertigini e non solo: sul tema dei migranti riscontro con amarezza come il senatore Sonego, autorevolissimo esponente di Mdp, stia percorrendo strade che appaiono, per tono e sostanza, più consone a esponenti della Lega e della Destra». Commenta così il consigliere regionale del Pd, Renzo Liva, le parole del senatore di Mdp, Lodovico Sonego che «con un apposito convegno definisce quella che non può non apparire come la sua piattaforma elettorale: più controlli sui migranti e sulle associazioni e cooperative che gestiscono l’accoglienza. Per essere più chiaro e costruttivo, il senatore ha inviato una lettera alla magistratura perché indaghi e verifichi i dubbi e i sospetti del senatore che intende sapere chi orienta i flussi e ci guadagna?». Una piattaforma, continua Liva «che risulterebbe perfettamente coerente se proveniente da Fedriga o Ciriani. Ma va bene anche per il senatore Pegorer? Per il collega Mauro Travanut? Per Duriavig? Per l’onorevole Pellegrino? Pur di combattere Bolzonello e il Pd in Regione va bene anche questo?» si chiede Liva.
«Io non intendo entrare nel merito dei fatti riportati da Sonego, altri lo faranno con maggior competenza a cominciare dal pm Tito a cui, sostanzialmente, è stato inoltrato un esposto. Io mi limito a sottolineare e a leggerne la natura politica e la contesto. La Sinistra deve parlarsi e se possibile trovare un accordo in questa Regione per le prossime elezioni. Dipendesse da me non metterei certo paletti sui nomi per un colloquio con Mdp, Si e Possibile, ma sui programmi, ad esempio: il Pd non intende fare esibizioni muscolari per imitare la destra. Anche voi?».