HOME > NOVITA'

Mediocredito e Friulia: Liva (Pd), sarebbe servita lungimiranza nell'era pre crisi

pubblicato il 27 novembre 2017

TRIESTE (27.11.17). «In questi anni, su Mediocredito e Friulia, c'è stato da parte nostra il massimo impegno, ma forse sarebbe stata utile maggiore lungimiranza in epoca pre crisi». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Renzo Liva replicando alle affermazioni di alcuni esponenti della lista civica Cittadini per il presidente. «Michela Del Piero fu assessore regionale alle Finanze dell’era Illy o mi sbaglio? L’avvocato Malattia era consigliere regionale o mi sbaglio? Poiché Mediocredito e Friulia allora c’erano già, penso che chiunque possa convenire sul fatto che era più facile vendere la Banca quando faceva utili, la grande crisi finanziaria non era ancora scoppiata, le banche non erano piene di crediti deteriorati e i risparmiatori non erano minacciati di perdere i loro soldi» sostiene Liva. «Certo allora una tale visione lungimirante sarebbe stata preziosa così come sarebbe stato prezioso nominare dirigenti in grado di guidarne, da un lato la cessione, e dall’altra modificarne mission e strumentazione». E ancora, continua l'esponente dem, «il capogruppo Paviotti è sempre stato un collega di maggioranza correttissimo e protagonista di tutta l’azione volta in questi anni a salvare, risanando, Mediocredito e a ridefinire il piano industriale di Friulia.
Potrà, dunque, ben testimoniare la serietà, la difficoltà e i risultati di tale nostro comune impegno. E se avrà l’occasione, porgere a Del Piero e Malattia la semplicissima domanda: perché non ci avete provato anche voi?».