HOME > NOVITA'

Pramollo: Liva (Pd), se il progetto si ferma interverremo in assestamento

pubblicato il 12 dicembre 2017

TRIESTE (12.12.17).«Noi abbiamo creduto e crediamo nel progetto Pramollo, quindi se dobbiamo tristemente prendere atto della non adeguata rispondenza, non certo per nostra volontà, del Partner austriaco a questo progetto, ne traiamo a malincuore le conseguenze. A questo punto, a bocce ferme, si vedrà cosa fare, certamente con il tempo adeguato che ci vorrà, ovviamente in due giorni non si destinano 48 milioni».
A dirlo è consigliere regionale del Pd, Renzo Liva, relatore di maggioranza delle tre leggi finanziarie in questi giorni all'esame del Consiglio regionale.
«Sono fiducioso del fatto che già a febbraio, con una manovra di assestamento, potremmo sicuramente disporre dei nuovi fondi che arrivano dalla negoziazione con il governo. E se a questi potranno aggiungersi una parte dei fondi a questo punto chiaramente non più dedicati al progetto Pramollo, allora ne parleremo e ne discuteremo in aula. Ma già con questa legge di stabilità diamo una prima risposta, con altre risorse, alla montagna per oltre 700mila euro».