HOME > NOVITA'

Montagna: Marsilio e Bolzonello (Pd), lo stabilimento termale di Arta verrà finalmente completato

pubblicato il 14 dicembre 2017

TRIESTE (14.12.17). Un nuovo complesso di piscine esterne e il completamento del nuovo stabilimento termale che permetterà finalmente di offrire tutta la gamma di servizi per garantire un pacchetto turistico completo e di qualità. È quanto prevede un emendamento alla legge di stabilità 2018, approvato oggi dal Consiglio regionale, per portare finalmente a compimento il progetto di riqualificazione dello stabilimento termale di Arta Terme. Si tratta di un'operazione che vede un investimento complessivo pari a 4milioni 600mila euro, in gran parte per gli interventi strutturali, ma anche per la gestione dell'impianto, suddivisi nel triennio 2018-2020. In particolare, 100mila euro sono già previsti per il 2018 a favore della manutenzione delle strutture e per la progettazione degli interventi futuri. Inoltre, per quanto riguarda la realizzazione degli interventi, sono stati stanziati 1,8milioni nel 2019 e 2,7milioni nel 2020.
Secondo il consigliere regionale del Pd, Enzo Marsilio, che ha seguito in prima persona il progetto, «finalmente si completa un lungo lavoro di squadra, durato anni e condotto dalla giunta regionale con la presidente Serracchiani e il vicepresidente Bolzonello in testa, la precedente amministrazione comunale guidata dal sindaco Marlino Peresson e dal presidente del consorzio Carnia Welcome, Massimo Peresson».
«Sci e terme – commenta il vicepresidente Fvg, Sergio Bolzonello – sono due delle eccellenze turistiche dell'offerta turistica della Carnia, e la loro valorizzazione consente a questo territorio di essere davvero competitivo sul mercato. Per quanto riguarda lo sci è già stato fatto un grosso lavoro, si pensi agli investimenti infrastrutturali su tutti i poli sciistici regionali. Mancava in questo binomio il completamento della riqualificazione dello stabilimento termale di Arta. Con questa finanziaria si rimedia intervenendo sia sulla parte gestionale, sia su quella strutturale, con un importante investimento».