HOME > NOVITA'

Election day: Agnola (Pd), il cdx si nasconde sotto le sottane della politica romana

pubblicato il 20 dicembre 2017

 
TRIESTE (20.12.17). «Si nota un eccessivo nervosismo di Riccardi in evidente attesa di un’investitura da Roma, mentre il Pd ha da tempo il suo candidato, scelto dal territorio in piena autonomia. Dallo scenario attuale e dalle dichiarazioni del capogruppo di Fi, è evidente come il centrodestra punti a nascondersi, in campagna elettorale, sotto le sottane della politica nazionale perché non ha uno straccio di programma, ne tanto meno un candidato. Noi vogliamo un confronto punto su punto e confidiamo che, con elezioni separate, i cittadini potranno approfondire i temi locali». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Enio Agnola replicando alle dichiarazioni del collega Riccardo Riccardi (Fi).
«Riccardi ha la pretesa di dare l’interpretazione autentica del pensiero del Pd e del sottoscritto. E facendo così è lui, invece, a prendere in giro i cittadini. Votare contemporaneamente per le elezioni nazionali e regionali, significa sacrificare i contenuti dei temi regionali a dispetto di quelli nazionali e questo evidentemente interessa a Forza Italia e a Riccardi per sfuggire a un serio confronto sui 5 anni di lavoro fatti in questa regione. Ma forse questo non interessa a chi ha da tempo assegnato a Roma il compito di scegliere candidati e classe dirigente anche in Fvg. Comunque i soldi per le elezioni sono sempre soldi ben spesi».
Mentre a livello nazionale vige un sistema proporzionale, conclude Agnola, «dove tutti possono promettere tutto, in Regione, con un maggioritario puro, il candidato presidente presenta un programma definito che può essere verificato ogni giorno nel corso della legislatura, a partire dalla campagna elettorale. È questo che il centrodestra vuole evitare».