HOME > NOVITA'

Acqua: Boem (Pd), noi tuteliamo la salute, Fi strumentalizza i valori delle persone

pubblicato il 15 febbraio 2018

TRIESTE (15.02.18). «Forza Italia, con la sua consigliera Piccin, strumentalizza le petizioni senza nemmeno conoscere la legge e le competenze della Regione. Questo significa prendere in giro i cittadini su un tema, molto sentito da tutta l'opinione pubblica, come quello dell'acqua: non è corretto giocare su questi valori fondamentali». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Vittorino Boem a margine della discussione della proposta di legge 200 proposta da Forza Italia e respinta dall'Aula.
«Per noi la priorità è la qualità dell'acqua e la salute dei cittadini, per Forza Italia, evidentemente è esclusivamente il voto dei cittadini. Questo lo ha chiaramente dimostrato la consigliera Piccin con la sua proposta di legge che sovrappone l'acqua potabile e quella domestica che può chiaramente avere utilizzi differenti dal consumo umano. Assimilare l'acqua utilizzata per innaffiare il giardino a quella usata per bere, non va certo nella direzione di tutela della salute».
Inoltre, continua Boem, «ai forzisti sfuggono alcune competenze della Regione che non può, per legge dello Stato, modificare i diritti dei cittadini in tema di acqua potabile e pozzi domestici. L'utilizzo dei pozzi artesiani per l'uso domestico è un diritto sancito da una norma nazionale che la Regione si è impegnata a tutelare più volte e che non può essere messo in discussione. A tal fine abbiamo già approvato una mozione che sancisce in maniera definitiva che l'obbligatorietà di allacciamento all'acquedotto pubblico esistente, o in corso di realizzazione, non si applica alle unità abitative esistenti servite da pozzi artesiani, nel rispetto delle norme igienico – sanitarie».
«Gli sforzi della Regione devono andare contro gli sprechi di acqua potabile e per questo c'è una sperimentazione sostenuta da Regione e Università di Trieste per trovare il miglior modo in cui regolare i flussi dei pozzi artesiani e regolare la pratica del getto continuo».