HOME > NOVITA'

Sanità: Rotelli (Pd), riforma utile ai cittadini, non a interessi privati

pubblicato il 20 marzo 2018

TRIESTE (20.03.18). «Per i cittadini, in particolare di Trieste, la riforma sanitaria non ha portato alcun cambiamento negativo su nessun fronte, anzi miglioramenti. A meno che non si parli degli interessi privati di qualcuno. Viene dunque da chiedersi di quali eccellenze tagliate parla la neo senatrice Stabile? Anche dal momento che i dati di funzionamento del pronto soccorso a Trieste, dopo il cambio di direzione, sono migliorati in maniera rilevante». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Franco Rotelli, presidente della 3ª commissione Salute, replicando alle affermazioni della senatrice di Fi, Laura Stabile sulla riforma sanitaria.
«La riforma ha previsto l'accorpamento tra i due reparti di chirurgia esistenti a Cattinara e tra la Medicina di urgenza e il pronto soccorso. In quest'ultimo caso non si fa che allinearsi a quel che accade in tutti i grandi ospedali, con benificio per entrambe le strutture. Nel primo caso c'è qualche cittadino di Trieste che ha avuto ragione di lamentarsene? A Trieste – spiega Rotelli – sono le uniche azioni di ristrutturazione programmate. A fronte dei 140 milioni che si stanno spendendo per Cattinara, l'acquisto della Pet e della robotica chirurgica, il rinnovo di grandi apparecchiature, sia al Maggiore, sia al Cattinara, non ci sembra che alcuna critica vada rivolta all'amministrazione Serracchiani – Bolzonello. Anzi è vero l'esatto contrario». Infine, attacca Rotelli, «la dottoressa Stabile, moglie del dottor Zalukar, ha coperto con lui le due strutture. Si può desumere che tutta la guerra che notoriamente i due hanno portato avanti in questi anni, abbia qualcosa a che fare con la loro collocazione specifica».