HOME > NOVITA'

Regionali: Moretti (Pd), chi ha osteggiato le modifiche alla legge elettorale Ŕ stato il centrodestra

pubblicato il 31 marzo 2018

TRIESTE (31.03.18). «Forse Fedriga dovrebbe informarsi di più prima di accusare gli altri e pensare che tutto sia sbagliato e da rifare. Oggi a Sveglia Trieste, il candidato presidente del centrodestra ha dichiarato che è stato un errore non aver modificato la legge elettorale. Peccato che chi non l’ha votata, quella legge, è stata proprio la sua Lega, insieme agli alleati di Forza Italia e Autonomia Responsabile». A dirlo è il capogruppo del Pd, Diego Moretti commentando le dichiarazioni del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione, il leghista Massimiliano Fedriga, che sull'emittente televisiva Telequattro ha criticato la mancata approvazione delle modifiche alla legge elettorale regionale.
«Anche oggi Fedriga ha dimostrato di saper parlare solo per slogan e di non conoscere affatto quello che succede nella nostra regione. È inverosimile sentire le accuse del segretario della Lega che considera assurda la norma sull'incandidabilità dei sindaci di Comuni sopra i 3mila abitanti. Quella norma, come le altre che avevamo proposto (preferenza di genere e doppio mandato) sarebbe stata eliminata se il centro-destra avesse votato la legge, ma hanno deciso diversamente. E ora mandano Fedriga in tv a raccontare che noi avevamo paura dei sindaci e a dire che da presidente lui cambierà anche questa legge, insieme a tutto il resto. Continuano così, senza idee, ma con l'obiettivo di demolire l'avversario politico. Contenti loro...di certo non ci faremo intimidire».