HOME > NOVITA'

Vaccini: Bolzonello (Pd), Fvg autonomo, non sia ostaggio della politica nazionale

pubblicato il 06 agosto 2018

«Il Fvg non resti ostaggio di giochi ed equilibri politici nazionali su un tema delicato per il futuro della nostra comunità, come quello dei vaccini. Serve una presa di posizione forte da parte del governo regionale per scongiurare il rinvio dell’attuazione della normativa sull’obbligo vaccinale, varata solo un anno fa. Per difendere il futuro dei nostri bambini siamo pronti a scendere in piazza». A dirlo è il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello, commentando la decisione presa dal Parlamento di rinviare l’attuazione della normativa sull’obbligo vaccinale e rivolgendosi quindi alla Giunta regionale. «È necessario avere una posizione estremamente ferma. Mi appello dunque alla responsabilità e al senso di governo dell’assessore Riccardi per scongiurare una scelta che anche il gruppo regionale del Pd ritiene grave e inaccettabile, come tutto il resto del partito che ha lanciato una petizione a livello nazionale».
Secondo Bolzonello, «non servono a nulla posizioni ambigue, ma una posizione contro questa “irresponsabile” scelta che ricalca quella assunta dalla comunità scientifica».
«Di fronte a slogan populisti e scelte irresponsabili – continua il capogruppo Dem – chiedo all’assessore Riccardi di esercitare il suo ruolo fino in fondo nell’interesse della nostra comunità. È un atto dovuto. Non è possibile spostare un tema di questa profondità su un piano di speculazione politica». Infine, conclude Bolzonello, «faremo sentire la nostra voce in ogni modo, con una manifestazione di piazza, anche bipartisan, per difendere i nostri bambini, per difendere il futuro della nostra comunità. Non possiamo restare prigionieri, il presidente Fedriga si smarchi dunque da Salvini e abbia il coraggio di prendere una posizione autonoma come hanno fatto altre Regioni opponendosi al rinvio».