HOME > NOVITA'

Cciaa Pn: Conficoni (Pd), Fedriga congeli le nomine, in attesa dell'esito del ricorso

pubblicato il 06 agosto 2018

«Prima di completare la nomina del consiglio della nuova camera di commercio di Udine e Pordenone, sancendo definitivamente la sua istituzione, il presidente Fedriga attenda l’esito del ricorso contro la fusione presentato dall’ente del Friuli Occidentale». A chiederlo è il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni.


Secondo il consigliere dem, «una fuga in avanti sarebbe tanto intempestiva, quanto inopportuna, a maggior ragione dopo che il Consiglio di Stato, chiamato a pronunciarsi il prossimo 30 agosto, ha accolto l’appello promosso dall’Ance di Crotone per bloccare l’accorpamento della locale Camera di commercio».

E ancora, continua Conficoni, «poiché è preferibile che la vertenza in atto venga risolta non per via giudiziaria ma politica, ci aspettiamo anche che venga accertata la disponibilità del ministro Di Maio a sospendere l’avviato processo di unificazione. Il M5S è partner di governo della Lega e, anche se su diversi versanti non c’è identità di vedute, un intervento del presidente della Regione potrebbe aiutare il nostro territorio ad avere soddisfazione. Certo se, come richiesto, avesse avuto il coraggio di sostenere la costituzione di un’unica Cciaa regionale, voluta anche dai consiglieri pentastellati, probabilmente gli risulterebbe più facile portare a casa il risultato atteso dalla Destra Tagliamento che non ha dimenticato le promesse fatte in campagna elettorale quando Fedriga affermò senza esitazione di voler fermare la fusione».


Un obiettivo, conclude Conficoni, «che va perseguito non per evitare la riorganizzazione, ma per renderla più equa e incisiva, coniugando l’esigenza della razionalizzazione con l’affermazione della vocazione policentrica del Friuli Venezia Giulia».