HOME > NOVITA'

Migranti: Bolzonello (Pd), i volontari di Protezione civile non siano usati come ronde per la sicurezza

pubblicato il 30 agosto 2018

TRIESTE. 30.08.18. «Se anche i volontari comunali della Protezione civile dovranno presidiare il territorio in chiave di controllo dei profughi allora significa che siamo arrivati all'assurdo, questo spetta alle forze dell'ordine. Se invece verranno chiamati a supplire i compiti della Forestale, mandata a pattugliare i confini, siamo comunque di fronte a una situazione grottesca. È bene che la Giunta Fedriga chiarisca al più presto come intende utilizzare delle persone che in modo volontario si mettono a disposizione di tutta la comunità». Commenta così il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello la notizia dell'operazione di vigilanza straordinaria dei volontari della Protezione civile Fvg coordinati dal Corpo forestale regionale, stabilita da una delibera di Giunta odierna, annunciando allo stesso tempo un'interrogazione per chiarire i contorni della decisione dell'esecutivo.
«Come la Forestale, anche la Protezione civile è nata con degli scopi precisi e determinati dalla legge. Tra questi non c'è il pattugliamento e i volontari della Pc non devono essere scambiati come quelli delle ronde padane o per la sicurezza. È bene che il presidente Fedriga si limiti agli accordi con i prefetti per ogni attività di collaborazione con le forze dell'ordine».
Secondo Bolzonello «resta comunque il dubbio che anche ancora una volta all'origine di tutto ciò ci sia l'atavica necessità di correre dietro alla propaganda sui fenomeni immigratori, confermandoci ancora che non si rendono conto della complessità del tema migranti, che va affrontato anche con decisione ma non con slogan e spot per aumentare il consenso».