HOME > NOVITA'

Viabilità: Marsilio (Pd), fermi 9,3 milioni per la variante di Rigolato

pubblicato il 21 settembre 2018

 «C'è chi gli impegni li rispetta, senza spettacolizzare. E c'è chi è capace di promettere meraviglie che non vedranno mai la luce nemmeno in minima parte. La maggioranza si occupa della montagna solo a parole».
A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Enzo Marsilio che per fare chiarezza sugli interventi previsti sulla Sr 355 nel Comune di Rigolato, già finanziati con 9,3milioni dal Cipe, ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, che detiene la delega alla Montagna e all’assessore alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti.
«Nella passata legislatura ci eravamo impegnati per realizzare la variante di Rigolato sulla regionale 355. Da mesi il Comitato interministeriale ha assegnato alla Regione i 9,3milioni necessari per l'intervento, ma tutto pare essere ancora fermo» denuncia Marsilio.
«Dopo vari interventi di diverse centinaia di migliaia di euro – spiega l'esponente dem dell'Alto Friuli – per mettere in sicurezza la Sr355 che si sviluppa in Carnia lungo la Val Degano fino a Forni Avoltri e Sappada, la Regione nella precedente amministrazione ha dato incarico a Fvg Strade di sviluppare la progettazione della messa in sicurezza di tutta la strada regionale ed è riuscita ad avere a dicembre 2017 dal Comitato interministeriale per la programmazione economica 9.3 milioni di euro per la risoluzione di uno dei nodi critici dell’arteria stradale, nel tratto in cui attraversa il Comune di Rigolato. Ora dalla Giunta Fedriga vogliamo sapere se intende andare avanti con l’utilizzo di queste risorse, sviluppando la progettazione per realizzare l’opera che può bypassare l’abitato di Rigolato e aumentare la sicurezza della circolazione e della popolazione».
«È fondamentale capire se la Giunta vuole andare avanti o restituire i soldi allo Stato - aggiunge il consigliere del Pd - poiché la Regione aveva già preso accordi con l’amministrazione comunale e la popolazione di Rigolato per condividere passo a passo la progettazione dell’intervento, evitando che si tratti di un’opera calata dall’alto sul territorio. Il Pd è a favore della realizzazione dell’opera e chiede che la nuova amministrazione regionale prosegua nel solco già tracciato di investire sulle strade di montagna anche attraverso opere importanti, come questa e non solo, con la manutenzione ordinaria».
«Gli amministratori, gli imprenditori e i cittadini – conclude Marsilio – su questo tema si aspettano risposte concrete e veloci e non un cambio di rotta che porterebbe al congelamento di preziose risorse guadagnate a Roma per il nostro territorio»