HOME > NOVITA'

​Piano Periferie: Conficoni (Pd), Giunta Fedriga spettatrice del Governo giallo-verde

pubblicato il 03 ottobre 2018

TRIESTE 03.10.18. «Prima gli italiani significa realizzare i progetti di recupero delle periferie di Pordenone, Trieste, Udine e Gorizia finanziati dal Pd e inopinatamente congelati da Lega e M5S, non lanciare quotidianamente slogan sui migranti». Lo ha detto oggi in Aula il consigliere regionale Nicola Conficoni, in replica alle risposte fornite dalla Giunta alla propria interrogazione.
«Di fronte alla promessa del premier Conte di sbloccare le opere in tempi brevi puntualmente disattesa e di fronte allo sciopero dell’Anci, la Giunta Fedriga che fa? Sta a guardare come fosse uno spettatore. Dopo che gli impegni a modificare il decreto legge mille-proroghe sono stati disattesi, in quanto la fiducia posta alla Camera ha cancellato l’emendamento presentato dal Pd per ripristinare i fondi, ancora una volta alle parole non seguono fatti concreti».
Secondo Conficoni, «la vaga e debole risposta odierna della Giunta non offre nessuna certezza circa la volontà del Governo nazionale di restituire il maltolto ed attesta che i rapporti privilegiati millantanti dalla Lega, o non esistono o non valgono nulla. Se davvero volesse tutelare gli interessi della nostra Regione, la Giunta dovrebbe affiancare i sindaci nella battaglia per evitare lo scippo. Speriamo che la colpevole inerzia non comprometta irrimediabilmente la possibilità di vedere realizzati interventi tanto attesi quanto significativi».
«Il programma per le periferie messo in campo dal Pd facendo arrivare 80 milioni di euro nella nostra Regione, infatti, non consente solo di rendere le nostre città più vivibili e sicure ma rappresenta anche una fondamentale boccata di ossigeno per l’economia locale».