HOME > NOVITA'

Consiglio regionale: Moretti (Pd), in atto vergognosa lottizzazione del cdx

pubblicato il 09 ottobre 2018

TRIESTE. 09.10.18. «Dalla commissione amianto al Consiglio, il centrodestra sta vergognosamente lottizzando la Regione per far accomodare amici e trombati alle ultime elezioni». A dirlo è consigliare regionale del Pd, Diego Moretti commentando la notizia della creazione di nuovi ruoli politici a servizio del presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin.
«Che ex novo si “inventi” il ruolo di portavoce del presidente del Consiglio, funzione mai esistita, per sistemare (legittimamente, si intende) gli “amici” di partito, fa riflettere. Come fa riflettere che per tale ruolo il presidente Zanin pensi agli ex sindaci, tutti “trombati” alle recenti elezioni regionali, Carlantoni o Molinaro, che con le loro azioni di questi anni hanno dimostrato tutto tranne che essere “super partes” o “bipartisan” e quindi meritevoli di ruoli all’interno del Consiglio regionale». Questo, secondo Moretti «è assolutamente irrispettoso delle istituzioni rappresentate».
«Che poi, accanto a ciò, vi siano indiscrezioni, sempre più insistenti, che riguardano ancora l’ufficio di gabinetto o nuovi ruoli per la presidenza della Regione, fanno davvero pensare all’utilizzo terzo dell’istituzione. E in questo valzer di nomine di amici, non dimentichiamo la commissione regionale amianto dove a trovare posto è stato un altro trombato, Marzio Giau, in quota Fdi. E cosa dire di Fvg Strade che in prima battuta vede la nomina di un amministratore unico e una settimana dopo, sempre per far accomodare qualche amico politico, viene creato ad hoc un cda per dare un posto a Anzit e Gallizia. Insomma, per Lega, Fi e tutto il centrodestra, non vorremmo che la Regione stia diventando un poltronificio a comando. Staremo a vedere quello che ci aspetta con le prossime nomine».