HOME > NOVITA'

PovertÓ: Da Giau (Pd), ridicolo che M5s si attribuisca riduzione

pubblicato il 31 ottobre 2018

31.10.18 «Il Pd ha combattuto per primo la povertà con la misura di sostegno al reddito e con il reddito di inclusione. Al M5s, ancora fermo alle chiacchiere, restano solo fantasiose interpretazioni della realtà». Lo afferma la consigliera regionale del Pd, Chiara Da Giau in merito ai dati sulla diminuzione della povertà in Fvg, commentati anche dal M5s.
«Mentre esprimiamo soddisfazione per l’incoraggiante trend dell’indice di povertà nella nostra regione, non possiamo che sorridere delle goffo tentativo del consigliere Sergo e di tutto il M5s nel prendersi il merito di questo dato» sostiene l'esponente dem.
«Comprendiamo che sia difficile ammettere che l’abolizione della povertà sia iniziata prima dell’avvento dei Pentastellati al governo e ancor più, fare i contri con una azione di governo quale quella precedente che mostra per l’ennesima volta di aver lasciato tutt’altro che macerie, ma la reazione sfiora il patetico».
E ancora, continua Da Giau, «il consigliere Sergo ammette infatti che la Misura di inclusione attiva, introdotta dalla giunta Serracchiani-Bolzonello non solo è stata efficace ma anche che è diversa dal Reddito di cittadinanza che il suo gruppo avrebbe voluto e che il suo partito insiste a introdurre a livello nazionale. Anziché spendere tempo a vantare meriti, forse sarebbe più opportuno mandare a dire la cosa proprio a Roma, laddove in piena analogia con la Mia, il precedente governo a guida Pd aveva già introdotto il Reddito di inclusione, investendo per prima risorse eccezionali nella lotta alla povertà. Allora anziché ripartire da zero, sarebbe forse più sensato e utile insistere nel mettere a punto quanto già in campo sulla scorta di risultati positivi che la nostra misura ha contribuito a determinare».