HOME > NOVITA'

Stabilità: Cosolini-Moretti (Pd), ricorso al debito insufficiente per ripresa Fvg

pubblicato il 29 novembre 2018

29.11.18. «Nel ricorso al debito deciso dalla Giunta serviva più coraggio. Una parte di quei soldi copriranno indirettamente i tagli previsti nella prima stesura. La ripartizione delle cifre evidenzia come su infrastrutture e attività produttive si destini molto poco di questo indebitamento. Questo non è decisamente un buon viatico per sostenere la ripresa economica». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Roberto Cosolini a margine della discussione in prima commissione
sui provvedimenti della manovra di bilancio 2019.
«Solo una parte dei 319 milioni – continua Cosolini – alimentano investimenti aggiuntivi e in ogni caso troppo poco arriva a settori che sono centrali per lo sviluppo del Fvg. Inutile dire che si poteva osare di più». Inoltre, aggiunge il vicecapogruppo Diego Moretti, «una cosa molto grave riguarda un emendamento della Giunta sul trasporto pubblico locale scolastico che prevede la gratuità per gli studenti fino a 26 anni purché residenti in regione da almeno cinque anni. Siamo di fronte a un criterio assolutamente irrazionale, una vera e propria discriminazione, peraltro condivisa anche da alcune parte della maggioranza, ma che poi alla fine non hanno avuto il coraggio di votare contro. Qui c'è veramente furore ideologico che sfocia nella discriminazione più pura. Si fa differenza tra bambini e ragazzi a seconda dei loro anni di residenza: se pensiamo che il diritto al trasporto pubblico è legato alla necessità di frequentare la scuola e l'università, mettere un vincolo di questo tipo è folle, perché il compito della Regione dovrebbe essere quello di aiutare tutti i bambini e i ragazzi. Un'ulteriore discriminazione riguarda gli studenti universitari provenienti da fuori regione: anziché avvantaggiarli per contribuire all'attrattività dell'offerta delle nostre università, si penalizzano in questo modo. Insomma un capolavoro di follia».