HOME > NOVITA'

Montagna: Santoro (Pd), nessuna visione di sviluppo e Pontebba paga il conto

pubblicato il 03 dicembre 2018

 03.12.18. «La giunta Fedriga e la maggioranza di centrodestra non hanno una visione strategica della montagna. Ragionano solo in termini di premi e punizioni senza pensare a quello che effettivamente serve a un territorio. E il territorio paga il conto». A dirlo è la consigliera regionale del Pd, Mariagrazia Santoro commentando l'incontro odierno tra gli assessori della giunta Fedriga e il sindaco di Pontebba, Ivan Buzzi, al quale è stato comunicato oggi un taglio ulteriore degli 11,5 milioni inizialmente previsti in sostituzione del piano di realizzazione della funivia Pramollo-Nassfeld, per lo sviluppo della vallata.
«Il progetto Pramollo non riguardava solamente una funivia – continua Santoro – ma un complessivo piano di sviluppo per tutto quel territorio. Venuto meno quel progetto, per motivi ormai noti, noi avevamo proposto un nuovo e necessario piano di sviluppo che riguardasse tutta la vallata. Ora, questi governanti di centrodestra vanno dal sindaco a dirgli di accontentarsi di 4,5 milioni, come si trattasse di una mancetta data a lui personalmente e non per investimenti sul territorio. Questo è evidentemente il loro modo di procedere, non seguendo progetti strategici. Visto che per questa finanziaria si sono indebitati, viene da chiedersi se era proprio necessario mettere mano anche a un progetto già avviato. Avevano proprio bisogno anche di quei sette milioni? E i soldi destinati ai poli turistici invernali che fine hanno fatto?».