HOME > NOVITA'

Sanità: Santoro (Pd), favorevoli ai due tempi, prima azienda zero, poi i territori

pubblicato il 05 dicembre 2018

05.12.18. «Ribadiamo che qualora si parta dalla sola azienda zero e da un quadro complessivo di indirizzo, noi saremmo addirittura favorevoli a questo “primo lotto”, questo è un atteggiamento di grande apertura. Ovviamente non possiamo essere d’accordo già oggi, così senza delle simulazioni, delle verifiche sugli impatti, alla riorganizzazione delle aziende». Lo ha detto la consigliera regionale del Pd, Mariagrazia Santoro intervenendo oggi nel dibattito in Aula sul disegno di legge 27 “Assetto istituzionale e organizzativo del servizio sanitario regionale”.
«Confermiamo l’atteggiamento che abbiamo deciso di tenere su questo provvedimento, come ha ricordato il capogruppo Bolzonello, non pregiudiziale e di attenzione visto che si parla di sanità, tema delicato e fondamentale per i nostri cittadini e la nostra comunità».
Santoro ha poi fatto «un altro appello alla politica dei due tempi. Se si vuole andare avanti per “lotti”, andiamo avanti così, ma non accorpiamone già due. Anche se l'assessore ha già anticipato la sua contrarietà, resta il fatto che quest'Aula è il luogo del confronto, delle spiegazioni e del dialogo. Anche se dovessimo trovare la porta chiusa oggi, questo non significa che domani non saremo allo stesso modo disponibili a parlare di merito e condividere scelte sul tema fondamentale della salute».