HOME > NOVITA'

Turismo: Bolzonello (Pd), sfilate e attacchi non risolveranno situazione Piancavallo

pubblicato il 02 luglio 2019

 02.07.19. «Una formale sfilata davanti agli operatori, peraltro fatta in maniera pressoché unidirezionale, non può certo risolvere problemi e mancanze riguardanti il polo turistico del Piancavallo. Nè tantomeno, bollare come “stupidaggine” un'interrogazione esplicitamente chiesta dagli operatori, che sollevava dunque legittime richieste di ascolto, potrà aiutare l'assessore Bini che pare essere abbondantemente fuori strada rispetto a un necessario, e da tempo rincorso, dialogo e coordinamento con gli imprenditori che operano nell'ambito del secondo polo turistico del Fvg». A dirlo è il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Sergio Bolzonello replicando alle dichiarazioni dell'assessore al Turismo, Sergio Emidio Bini sulla situazione del comprensorio turistico di Piancavallo.
«Dopo un anno di attesa, solo perché tirato per la giacchetta, l'assessore Bini ha inscenato un incontro di fatto vuoto, dove, salvo un paio di interventi, è stata tolta la voce ai molti operatori turistici. Costruire programmi chiusi in una stanza, senza ascoltare la voce di chi quotidianamente opera nel settore, non porterà certo a un miglioramento dell'offerta e della promozione turistica. Quando l'assessore punta il dito contro chi, come me, ha segnalato una problematica con una conseguente interrogazione nata proprio dall'esplicita richiesta di imprenditori in difficoltà, sbaglia completamente approccio e obiettivo. Si concentri ad ascoltare invece quello che hanno da dirgli gli operatori, ragioni sul necessario coordinamento tra enti pubblici e operatori. Se poi l'assessore dovesse trovare un punto di incontro e soddisfare le richieste, non potremmo che esserne lieti, ma a quanto sarebbe ancora lontano dal risultato di far crescere l'intero polo turistico».