HOME > NOVITA'

Maltempo: Conficoni (Pd), su Valcellina accelerare lavori e garantire sostegno continuo

pubblicato il 04 luglio 2019

 04.07.19 «Tra gli interventi di ripristino e prevenzione nei territori colpiti dalla tempesta Vaia, quelli da attuare in Valcellina meritano particolare attenzione». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni a margine dell'audizione degli assessori regionali Riccardi, Zannier e Scoccimarro sulla situazione conseguente agli eventi meteorologici che hanno colpito la Regione a fine ottobre 2018.
«La capacità di invaso del lago di Barcis è più che dimezzata, quindi è positivo che l'amministrazione regionale abbia deciso di avviare lo sghiaiamento del Cellina, il prossimo autunno, proprio per evitare l'ulteriore interramento del bacino artificiale contenendo il rischio di esondazioni e allagamenti. Per limitare il passaggio dei camion nel centro abitato di Barcis, però, è importante che FvgStrade acceleri i lavori di adeguamento della viabilità nella destra lago, finanziati dalla precedente amministrazione di centrosinistra» sostiene Conficoni.
Inoltre, sottolinea, che «proprio per la continuità nel tempo dell'attività di asporto del materiale, è fondamentale individuare soluzioni che non vadano ad appesantire in maniera insostenibile il traffico della zona. Per questo motivo è prioritario elaborare e condividere lo studio richiesto dalle amministrazioni locali interessate a minimizzare le ricadute negative sulla sicurezza, sulla salubrità ambientale e sull'economia locale».
Inoltre, prosegue Conficoni, «durante l'audizione ho altresì evidenziato la necessità di completare la pulizia del lago di Barcis, così da favorire lo svolgimento delle manifestazioni, nonché di ripristinare la viabilità di accesso alle valli Cimoliana e Settimana, ora percorribile solo a piedi. L'impegno della Regione ad affidare la maggior parte dei lavori entro settembre conferma il proficuo sforzo profuso per superare l’emergenza. L’auspicio è che i tempi siano rispettati e che la coraggiosa decisione del gestore del rifugio Pussa di riaprire la baita nonostante le difficoltà venga sostenuta come merita. Da parte nostra – conclude il consigliere dem – continueremo a monitorare lo stato di avanzamento dei progetti e le esigenze di un territorio che impreziosisce la nostra Regione».