HOME > NOVITA'

Salute: Conficoni (Pd), subito commissione per chiarezza su case di riposo

pubblicato il 10 luglio 2019

09.07.19 «Quanto accaduto a Udine, dove, dopo il controllo dei Carabinieri del Nas di Udine, è stata chiusa la casa di riposo “Gelsomino” di via Podgora gestita da Sereni Orizzonti, non può lasciare indifferenti. È urgente convocare subito la commissione Salute, anche alla luce della norma approvata nella Omnibus che ha prorogato di ulteriori sei mesi il termine per l’adeguamento ai requisiti strutturali e gestionali delle case di risposo». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni, commentando le notizie odierne riguardanti la chiusura di una residenza per anziani a Udine, a seguito dei controlli dei Carabinieri del Nas di Udine. Oggi, Conficoni ha quindi depositato una richiesta di convocazione della 3ª commissione consiliare Salute.
«Già in occasione della discussione della legge Omnibus della Giunta, sul tema delle case di riposo non è stato chiarito quante strutture siano già a norma, quante lo saranno entro il 31 dicembre di quest’anno e quante avranno bisogno di maggiori tempi. La riunione della commissione potrà essere utile anche ad approfondire quanti controlli sull’adeguatezza del servizio vengono eseguiti, nonché quando l’assessore intende mantenere l’impegno a modificare il regolamento per evitare che, come accaduto a Pordenone, dove è stata autorizzata la realizzazione di due strutture private nello stesso edificio per complessivi 240 posti letto, la norma che prevede un tetto massino di 120 posti per ogni residenza venga aggirata».
Infine conclude Conficoni «è ancora in attesa di risposta l’interrogazione presentata per sviluppare un portale dove i gestori delle strutture residenziali per anziani possono condividere non solo la disponibilità di posti letto e l’ammontare delle rette giornaliere, ma anche indicatori sul livello di servizio offerto, in modo da facilitare i cittadini-utenti ad orientarsi nella scelta della casa di riposo».