HOME > NOVITA'

Assestamento: Gruppo Pd, si torna alle leggi “mancia”

pubblicato il 25 luglio 2019

25.07.19. «Il Consiglio regionale invece di occuparsi di fare buone leggi chiede di poter dare i suoi piccoli contributi, si pensi massimo cinquemila euro, cifre che potrebbero benissimo essere gestite dai nostri Comuni». A dirlo sono i consiglieri regionali del Pd all'interno del dibattito sul disegno di legge 55 “Assestamento del bilancio per gli anni 2019-2021” in discussione in Aula.
«Lo diceva anche il programma di Fedriga, una regione snella che si occupasse di leggi e programmazione, non certo di microcontributi puntuali. Se invece c’è l’esigenza di continuare a consentire un sostegno della Regione a piccole o piccolissime realtà associative o locali, si promuova un fondo gestito da una delle direzioni regionali o ancora meglio si diano direttamente le risorse ai Comuni che le possono gestire con maggior consapevolezza delle necessità e delle realtà».
«Si continua a inquinare il dibattito politico con le Provincie che risolvevano anche questo problema, ma allora si abbia il coraggio di farle dopo un anno queste Province. Si dica quante e come, perché agli annunci di resurrezione non segue mai nulla di concreto. E anche l'invenzione di questa distribuzione delle risorse dimostra che le Province non si vedono nemmeno all’orizzonte».