HOME > NOVITA'

Enti locali: Moretti (Pd), attendiamo bozza ma nostre posizioni sono chiare

pubblicato il 12 settembre 2019

TRIESTE 12.09.19 «In attesa finalmente di vedere qualcosa di concreto e leggere la bozza del testo di riforma degli enti locali annunciata dal centrodestra, almeno una cosa sembra assodata: l’isontino non sarà accorpato a nessun altro territorio». A dirlo è il vice capogruppo in del Pd, Diego Moretti commentando le notizie riguardanti la bozza di riforma degli enti locali.
«Speriamo che si tratti di un primo risultato su un tema che da molto tempo abbiamo sollevato e su cui, almeno per ora, una parte del centrodestra sembra seguirci. Su tutto il resto il giudizio è sospeso: sul metodo, sulla tempistica, sul ruolo e la figura dei futuri commissari - che riteniamo inutili - alle funzioni che questi nuovi enti di area vasta copriranno. Su una cosa però siamo assolutamente chiari: non vogliamo nuovi enti elettivi (con Giunte e Consigli) oltre ai Comuni e alla Regione, mentre pensiamo che qualsiasi riforma debba partire dalle esigenze dei Comuni e dei nostri territori, non da scelte calate dall’alto per creare nuovi enti con tutto quello che ne consegue».