HOME > NOVITA'

Impugnazione Cdm: Bolzonello (PD), Fedriga impari dialogo, con scontro danneggia FVG

pubblicato il 04 ottobre 2019

«Fedriga e la Lega concepiscono l'amministrazione solo in termini di contrapposizioni e lotta politica. Sono carenti dal punto di vista tecnico e istituzionale e ora che non hanno più il potere a livello nazionale hanno perso la ragione. Anziché inventarsi un governo cattivo e nemico, Fedriga costruisca un dialogo positivo per il Fvg anziché ostinarsi a utilizzare la Regione per obbedire a Salvini». A dirlo è capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello commentando la delibera del Consiglio dei ministri con la quale è stato impugnato l'assestamento di bilancio, la legge regionale 13/2019.
«Esiste da sempre un'interlocuzione tra enti, che prescinde dal colore politico, soprattutto dal punto di vista tecnico. A volta basta un confronto per evitare di andare incontro a impugnative. La capacità di governo si qualifica anche attraverso l'interlocuzione, ma Fedriga sta dimostrando, in maniera palese, che l'unico con il quale è in grado di parlare è Salvini. Non è vero che viene impugnato tutto, anzi, il comportamento del Consiglio dei ministri è istituzionale e non politico come quello di Fedriga, come dimostra la decisione del Governo di non intervenire nel giudizio di legittimità costituzionale promosso dal Fvg contro il decreto Calabria che in tema di Sanità prevede il taglio dell'uno per cento sul personale sanitario. Resta comunque il dubbio che il comportamento del precedente Governo fosse troppo accondiscendente, coprendo e insabbiando mancanze, incongruenze ed errori della Giunta Fedriga».