HOME > NOVITA'

Sanità: Bolzonello (Pd), ricerca scientifica Cro non può essere congelata

pubblicato il 22 novembre 2019

22.11.19. «La ricerca scientifica non può essere messa in congelatore: non è pensabile che un Irccs del livello del Cro di Aviano possa permettersi di restare senza un guida scientifica stabile per due anni. Senza contare la situazione di generale precarietà degli stessi ricercatori. Così si mina il prestigio guadagnato in anni di prezioso lavoro, Fedriga e Riccardi impediscano l'impoverimento dell'Irccs». A dirlo è il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Sergio Bolzonello commentando la situazione di precarietà dei ricercatori e dei vertici (in particolare il direttore scientifico) del Centro di riferimento oncologico di Aviano. Per cercare una prima risposta dal versante della Regione, Bolzonello, insieme al consigliere regionale Pd, Nicola Conficoni, ha depositato oggi due interrogazione al presidente della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga e all'assessore alla Salute, Riccardo Riccardi, sia per quanto riguarda la notizia dello stallo sulla nomina del direttore scientifico, sia per i ricercatori.
«La situazione di generale precarietà del Cro di Aviano deve trovare una soluzione. Se esiste un'inerzia da parte della Regione va colmata prima di compromettere la piena funzionalità di un centro di eccellenza a livello nazionale» dicono Bolzonello e Conficoni.
Quanto alla situazione dei ricercatori precari, aggiunge Conficoni «è importante dare un riconoscimento al merito di coloro che, in alcuni casi da vent’anni, operano senza garanzie contrattuali per incrementare i livelli di eccellenza del Cro di Aviano. Attraverso un coordinamento Stato-Regione deve essere affrontato questo problema per dare, prima di tutto, riconoscimento e dignità allo straordinario lavoro svolto in questi anni dai precari».