HOME > NOVITA'

Stabilità: Cosolini (Pd), legge timida, serve scossone per muovere economia

pubblicato il 25 novembre 2019

25.11.19 «Questo non è il momento delle azioni timide. Quello che serve è più convinzione, azioni forti e soprattutto strategia. Questa legge di stabilità non dà il necessario scossone per muovere l'economia del Fvg». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Roberto Cosolini commentando la legge di Stabilità 2020 che oggi ha iniziato l'iter di discussione nelle commissioni consiliari.
«Dalla prima illustrazione, fatta dall'assessore al Bilancio, risulta che la maggioranza di centrodestra ha voluto coprire di tutto un po', aprendo tanti piccoli canali di finanziamento, come a voler piantare tante bandierine, ma senza consistenza capace di coprire le reali e varie esigenze». Secondo Cosolini, «in questo modo la Lega e il centrodestra confermano la loro azione: molti spot e poca sostanza. In troppi casi si rimanda a regolamenti che, per l'esperienza dell'anno precedente, arriveranno tardivamente e quindi saranno intempestivi rispetto ai bisogni di cittadini e imprese.
In particolare, sulle politiche economiche l’illustrazione del Defr e degli articoli del ddl stabilità non hanno evidenziato linee strategiche all’altezza dell’esigenza di un rilancio basato su una forte innovazione. Manca insomma una strategia complessiva che dia fiducia e risposte per lo sviluppo del sistema Fvg».