HOME > NOVITA'

Edilizia scolastica: Da Giau (Pd), rischio sismico Centro studi Pn trovi risposte in Stabilità

pubblicato il 29 novembre 2019

29.11.19. «La Giunta Fedriga fin'ora ha trattato con superficialità il problema del rischio sismico nelle scuole nel pordenonese e nello specifico per quanto riguarda il Centro Studi di Pordenone. La questione, che ricordiamo essere stata liquidata con sufficienza dall'assessore Pizzimenti per il quale questa primavera sembrava non esistere alcuna emergenza a Pordenone, dopo nostri continui solleciti, sembra oggi trovare uno spiraglio in un emendamento in legge di Stabilità presentato sul fil di lana oggi dalla Giunta». A denunciarlo è la consigliera regionale del Pd, Chiara Da Giau intervenendo nel dibattito riguardo alle problematiche dell'edilizia scolastica del territorio pordenonese.
«È stato giustamente ricordato come ben prima dell'assestamento di bilancio estivo, l'allora presidente dell'Uti del Noncello, Giuseppe Gaiarin avesse formalmente segnalato la pesante situazione di rischio del Centro studi di Pordenone, ma senza risultato» ricorda Da Giau.
«Durante l'esame nelle commissioni di merito, sia in IV che in VI – continua la consigliera dem – si é rilevata l'assenza di risposte adeguate in termini di risorse e per questo eravamo già pronti a intervenire con nostri emendamenti. Oggi arriva la notizia di una posta aggiuntiva che potrebbe consentire di affrontare qualche situazione. Ora il nostro impegno sarà quello di lavorare affinché un'equa parte di quelle risorse arrivino sul nostro territorio e le necessità del Centro studi possano essere coperte in tempi rapidi. Purtroppo la costituzione dei nuovi Enti di decentramento regionale che sostituiranno l'Uti nella competenza delle manutenzioni delle scuole secondarie ci fa temere un aumento del livello di incertezza e un prolungamento ulteriore dei tempi di intervento».