HOME > NOVITA'

Sanità: Conficoni (Pd), Aas5 ancora nel limbo con il terzo cambiamento di direzione generale

pubblicato il 03 dicembre 2019

03.12.19. «Con l’esclusione di Possamai dall’elenco dei possibili direttori generali delle aziende sanitarie selezionati dalla Giunta regionale, l’Aas 5 del Friuli Occidentale cambierà guida tre volte nel giro di pochi mesi». A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni commentando la situazione della sanità pordenonese.
«Che il rischio paventato in seguito all’improvvida decisione dell’assessore Riccardi di commissariare la nostra Azienda Sanitaria diventi realtà, non è certo positivo perché può complicare ulteriormente la possibilità di superare i problemi, aggravatisi negli ultimi mesi, che penalizzano la qualità del servizio quotidianamente erogato ai cittadini grazie all’encomiabile impegno di medici e operatori».
Secondo Conficoni, «giova, infatti, ricordare che, dopo le ultime quiescenze non sostituite, a oggi ben nove reparti dell’ospedale civile di Pordenone e tre dell’ospedale di San Vito al Tagliamento-Spilimbergo mancano dei primari così come i Csm del capoluogo e di San Vito al Tagliamento sono privi dei direttori. Speriamo, dunque, che il nuovo direttore generale proceda senza indugio alle necessarie assunzioni in un’ottica di priorità».
Inoltre, continua Conficoni, «per rafforzare la sanità pordenonese auspichiamo anche vengano accolti gli emendamenti presentati alla legge di riforma del sistema sanitario regionale per equiparare il ruolo dell’ospedale di Pordenone a quelli di Udine e Trieste e favorire la perequazione nell’assegnazione delle risorse obbligando la giunta a rendicontare lo stato di avanzamento del percorso volto ad assicurare ai cittadini utenti eguali opportunità di prevenzione, cura e assistenza».