HOME > NOVITA'

Aviosuperficie Osoppo: Santoro (Pd), necessario tavolo istituzionale per coordinare attività e garantire sicurezza

pubblicato il 11 marzo 2020

TRIESTE 11.03.20 «L'attività dell'aviosuperficie di Osoppo deve essere coordinata attraverso un tavolo istituzionale che coinvolga la Regione, l'amministrazione comunale di Osoppo e l'Enac. Solo con la chiarezza si potrà arrivare alla sicurezza dei voli e alla tutela dei residenti». A dirlo è la consigliera regionale del Pd, Mariagrazia Santoro che attraverso una mozione ha portato in Consiglio regionale la quesitone della sicurezza dei voli nell'aviosuperficie Avro Nino Pittini di Osoppo.
«A seguito della variante approvata dal Comune di Osoppo, è stato approvato un ampliamento della pista di decollo e atterraggio. Nonostante sia stato sottolineato come le modifiche non avrebbero portato a un aumento dei sorvoli, si sono verificati recentemente diversi episodi che hanno creato forti preoccupazioni tra i risedenti nelle zone vicine, dovuti ad alcuni passaggi di velivoli a bassa quota sopra il centro abitato di Rivoli».
Secondo Santoro, «per chiarire e porre dei paletti è necessaria un'azione congiunta tra istituzioni e istituire un tavolo istituzionale permanente che metta a conoscenza degli esiti, tutta la popolazione».