HOME > NOVITA'

Coronavirus: Shaurli (Pd), misure condivise ma servirà di più

pubblicato il 11 marzo 2020

UDINE 11.03.20 «Le misure anticrisi per l'emergenza covid-19 sono urgenti necessarie e condivise ma purtroppo servirà molto di più. Oggi un primo passo è stato fatto grazie al lavoro di tutte le forze politiche. Ora non servono protagonismi e fughe in avanti, serve coordinarsi anche con i 25 miliardi stanziati dal Governo nazionale e aggiungervi queste e future risorse regionali. Sono state accolte le nostre proposte per un percorso condiviso che renda attore protagonista anche il Consiglio come sempre fatto in momenti difficili in questa Regione, si è accettato come avevamo già proposto di stralciare altri provvedimenti per affrontare solo e subito l'emergenza coronavirus».
In sintesi è il giudizio del segretario del Pd Fvg e consigliere regionale, Cristiano Shaurli, sul ddl 84 “Prime misure urgenti per far fronte all’emergenza epidemiologica da Covid-19”, approvato oggi a Udine nella seduta straordinaria del Consiglio regionale.
«L’obiettivo ora è dare risposte chiare e veloci a cittadini e imprese e nei prossimi giorni vanno date risposte anche a realtà che operano in settori che oggi paiono esclusi dal provvedimento: dal mondo della cultura, agli enti di formazione, alla cooperazione sociale e al terzo settore. Le istituzioni devono dare segnali di unità e oggi ne abbiamo dato prova. Un ringraziamento va al grande lavoro di tutti gli operatori sanitari, di Protezione civile, alle forze dell’ordine fino a tutte quelle istituzioni a partire dai sindaci in prima linea vicino alla gente insieme al nostro straordinario volontariato. I cittadini diano una mano continuando a rispettare le regole. Facendo vincere il noi sull’io così questa Regione si è sempre risollevata».