HOME > NOVITA'

Fase 2: Santoro (Pd), Fvg in ritardo su riattivazione servizi socio-assistenziali e disabili

pubblicato il 13 maggio 2020

TRIESTE 13.05.20 «La Regione Fvg è in ritardo di due mesi sulla riattivazione dei servizi socio-assistenziali e per disabili, nonostante le nostre richieste consegnate a Fedriga a marzo e nonostante fosse già previsto dal decreto Cura Italia». A denunciarlo è la consigliera regionale del Pd, Mariagrazia Santoro commentando un emendamento al ddl 90 con il quale la giunta regionale interviene sulle linee di indirizzo alle aziende sanitarie del Fvg, per la prosecuzione delle attività socio-assistenziali.
«Con colpevole ritardo la Giunta interviene ora, di fatto applicando quanto previsto nel dpcm Cura Italia all'articolo 48, ossia la riprogettazione dei servizi socio-educativi assistenziali. Questo è il livello di ascolto e condivisione della Giunta, due mesi per convincersi su una questione seria che ha causato forti problemi alle famiglie con disabili. Tutto ciò nonostante le richieste espresse dalle associazioni degli utenti e degli enti che svolgono tali servizi. Anche il gruppo Pd, già nella lettera del 17 marzo scorso e poi con un ordine del giorno (bocciato dalla Giunta) sul ddl 85 approvato il 30 marzo, aveva sollecitato l’assessore competente a intervenire tempestivamente per riattivare i servizi socio-assistenziali e far fronte alle difficoltà delle famiglie con disabili a carico».