HOME > NOVITA'

Attività produttive: Bolzonello (Pd), sostegno a fondo perduto anche a lavoratori autonomi cultura e spettacolo

pubblicato il 01 agosto 2020

TRIESTE 01.08.20 «Accanto al sostegno, attraverso contributi individuali, ai lavoratori dipendenti del comparto della cultura e dello spettacolo, non vanno dimenticati i moltissimi lavoratori autonomi rimasti esclusi dalle misure di ristoro presenti nei decreti del Governo. Grazie al nostro odg, approvato dal Consiglio, abbiamo dato un primo segnale importante alle difficoltà di questi professionisti, impegnando la Giunta ad ampliare la misura regionale a fondo perduto». A dirlo è il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello a margine dell'approvazione dell'ordine del giorno (sottoscritto da tutto il gruppo Pd e da alcuni consiglieri di maggioranza) “Ampliamento misura regionale a fondo perduto per lavoratori autonomi settore cultura e spettacolo”, collegato al ddl 99 assestamento del bilancio per gli anni 2020-2022.
«Alla base della nostra richiesta – spiega Bolzonello – c'è la consapevolezza che molti degli operatori del comparto cultura e spettacolo sono liberi professionisti non iscritti al sistema previdenziale dello spettacolo e che sono rimasti esclusi dalle misure di ristoro presenti nei decreti “Cura Italia” e “Rilancio Italia”. Per questo abbiamo chiesto alla Giunta di estendere ad attività d’impresa riferibili a nuovi codici Ateco, legati al comparto culturale-eventi dal vivo, le misure di sostegno a fondo perduto per il sostegno alle strutture ricettive turistiche, commerciali, artigianali e dei servizi alla persona, a ristoro dei danni conseguenti all'emergenza Covid-19 e per il corretto riavvio delle attività. Siamo fiduciosi che l’approvazione dell’ordine del giorno dia pronte risposte, ma non mancherà intanto una nostra azione di controllo».