HOME > NOVITA'

Mobilità sostenibile: Conficoni (Pd), serve chiarezza su completamento ciclovia Fvg3 pedemontana

pubblicato il 07 settembre 2020

 07.09.20 «Il definitivo completamento della ciclovia pedemontana Fvg3 rappresenta un tassello importante per l’attrattività turistica del territorio. Il prossimo avvio dei lavori di realizzazione del raccordo di Fratta è sicuramente positivo, ma non è ancora chiaro se e quando l'intero percorso da Caneva a Pinzano verrà completato e con quali risorse, così come resta da chiarire quando verrà approvato il piano sulla mobilità ciclistica regionale, strumento necessario per creare una regia tra i vari percorsi presenti in regione». Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni che attraverso un'interrogazione alla giunta regionale chiede di chiarire i futuri sviluppi della ciclovia pedemontana Fvg3 e del Piano regionale della mobilità ciclistica.
«Lo scorso 19 febbraio, durante una seduta del Consiglio regionale l'assessore alle Infrastrutture aveva affermato che entro il mese di aprile sarebbe stato consegnato lo studio di fattibilità per il completamento della ciclovia pedemontana Fvg3. Successivamente, il 10 aprile in IV commissione, lo stesso assessore ha comunicato che la bozza del Piano regionale della mobilità ciclistica è stata consegnata agli uffici regionali ma che, nonostante il ritardo di un anno già accumulato, non era ancora possibile fare previsioni certe sulla sua entrata in vigore, ipotizzando di adottare il documento con una delibera di giunta nel mese di luglio. A oggi, però, così non è stato. Accanto agli interventi sui singoli territori, come quello della ciclovia pedemontana, è necessario avere a disposizione uno strumento che permetta di avere chiara la strategia generale, solo così sarà possibile rendere competitivo il sistema ciclo turistico regionale».