HOME > NOVITA'

Sociale: Conficoni (Pd), positiva ampia condivisione legge solitudine, ora si diano gambe

pubblicato il 01 ottobre 2020

01.10.20 «L'approvazione della legge sulla solitudine è un passo avanti innovativi verso il contenimento di un fenomeno sempre più esteso anche nella nostra regione. Ora, per dare seguito a una decisione unanime del Consiglio, è necessario stanziare risorse adeguate a sostenere progetti, iniziative e azioni che potranno concretamente aiutare molte persone a superare disagi e sofferenze». Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni relatore di minoranza del ddl 91 sulla promozione dell’invecchiamento attivo e la prevenzione del fenomeno della solitudine.
«In una società complessa come la nostra, caratterizzata allo stesso tempo da iperconnessione e impoverimento delle relazioni sociali, la solitudine può colpire tutti, non solo le persone anziane. Per questo, l'inserimento delle misure volte a contrastarla all'interno della legge per la promozione dell'invecchiamento attivo ci è sembrato riduttivo. Anche per dare maggiore dignità a un tema così rilevante, sarebbe stato meglio licenziare un provvedimento ad hoc».
Secondo Conficoni «sono tuttavia molti gli elementi positivi che questa legge introduce, dall’obiettivo di contenere non solo gli effetti ma anche le cause del fenomeno, alle azioni che permette di sviluppare, senza dimenticare i numerosi e qualificati soggetti coinvolti nella loro attuazione, tra cui il volontariato e il terzo settore. Per superare e prevenire l’isolamento aggravato dal lockdown, accanto a progetti mirati e servizi di prossimità, bisogna promuovere forme di cittadinanza attiva, diffondere il senso di appartenenza alla comunità e la cultura delle relazioni, che non possono essere solo virtuali». Infine, ricorda Conficoni, «grazie all'accoglimento di un nostro ordine del giorno, la giunta si è impegnata a considerare lo stanziamento di maggiori fondi, in modo tale da dare gambe ai contenuti della norma».