HOME > NOVITA'

Assestamento: Bolzonello (Pd), ok a primi fondi per pannelli fonoassorbenti interporto Pn

pubblicato il 30 luglio 2021

 30.07.21 «Grazie a un primo stanziamento di mezzo milione di euro introdotto in assestamento da un emendamento, a mia firma, si è aperta la strada per dare una risposta ai 15 mila cittadini dei quartieri pordenonesi di Borgomeduna, Villanova e San Gregorio la cui qualità della vita è pregiudicata da mesi a causa del rumore provocato dall'attività incessante dell'interporto di Pordenone. I cittadini verrano tutelati attraverso l'installazione di pannelli fonoassorbenti capaci di ridurre il ridurre il rumore». Lo afferma il consigliere regionale Sergio Bolzonello (Pd) firmatario di un emendamento riguardante l’Interporto centro commerciale di Pordenone, presentato dal Pd al ddl 141 “Assestamento del bilancio per gli anni 2021-2023”.
«Naturalmente l'operatività del centro va salvaguardata e ulteriormente potenziata, cercando però di ridurre quanto più possibile il disturbo alle famiglie e per questo viene stanziata la cifra necessaria ad avviare la progettazione e il cantiere per un intervento indispensabile per ridurre sensibilmente il disagio per i cittadini».
 
L'odierna operatività del centro, ricorda Bolzonello, «è frutto di un lungo percorso di scelte che ha coinvolto nel tempo diverse amministrazioni e che ha subito una significativa accelerazione durante la precedente legislatura regionale. Insieme alla Regione hanno contribuito, attraverso una sinergia corale, anche le categorie economiche regionali, il sistema logistico del Fvg, compreso quello portuale e gli enti locali». Questo, continua l'esponente dem, «ha permesso di collocare l'interporto in una posizione baricentrica nell'ambito del Sistema Nordest con una crescita delle attività del polo, in particolare del traffico merci su rotaia che sta registrando un aumento esponenziale dopo il rallentamento determinato dalla pandemia. Seppur positiva per il tessuto economico, questa situazione sta purtroppo causando disagi alla popolazione residente ma che ora, grazie al nostro positivo intervento, si avvia verso una risoluzione».