HOME > NOVITA'

Migranti: Moretti, con Piano Minniti svolta nell'accoglienza diffusa

pubblicato il 10 febbraio 2017

TRIESTE (10.02.17). «Con il piano Minniti finalmente diamo una risposta importante al nostro territorio: per la prima volta anche gli arrivi via terra saranno conteggiati alla stessa stregua degli arrivi via mare e con questa strategia dell’accoglienza diffusa nazionale, di cui noi possiamo considerarci tra i pionieri, riusciremo a dare una giusta perequazione delle presenze sul territorio, assicurando un alleggerimento in diversi Comuni in difficoltà come per esempio Gradisca, situazione definita insostenibile anche dallo stesso Torrenti». A dirlo è il capogruppo del PD, Diego Moretti commentando l’esito della VI commissione di giovedì 9 febbraio durante la quale l'assessore Torrenti ha illustrato il piano Minniti e le relative ricadute in Friuli Venezia Giulia. «La questione del rimpatrio dei migranti deve essere chiaramente affrontata: positivi sono stati i primi passi del ministro Minniti nei confronti dei paesi d’origine dell’immigrazione. Positiva l’intenzione del ministro di potenziare le Commissioni delle Prefetture sulle richieste di asilo, con l’inserimento di personale aggiuntivo. Sospendiamo invece il giudizio sulla costituzione dei mini-Cie non essendoci, al momento, contenuti e caratteristiche definite. Per il PD, come affermato nuovamente nel Consiglio Regionale del 2 febbraio, non c’è spazio a Gradisca per la riapertura di strutture come il Cie così come li abbiamo conosciuti finora».